Comitato Scientifico

Presidente onorario:

  • dott. Paolo Dario – SSSU Sant’Anna Pisa (Dip. di Biorobotica) PAGINA WEB

Coordinatore:

  • Giovanni Marcianò –  UniTo (DISEF), UniFe (se@)  e Dirigente scolastico Istituto capofila Rete RCJ – IIS Galileo Ferraris Vercelli – PAGINA WEB

Componenti:

  • Giorgio Poletti – UniFe (Se@)  PAGINA WEB
  • Pericle Salvini – SSSU Sant’Anna Pisa (Dip. di Biorobotica) – PAGINA WEB
  • Vittorio Satta – Università Cattaneo – LIUC (SmartUp) – Catellanza (VA) – PAGINA WEB
  • Giorgio Marcianò – PoliTo (H2poliTo) – PAGINA WEB
  • Simonetta Siega –  UniTo (DISEF) PAGINA WEB
  • Nicola De Nardi – past Dirigente scolastico ITI Monaco – Cosenza – Presidente Ass. Energia Calabria – PAGINA WEB
  • Giuseppina Ruggieri – past Dirigente scolastico – Senior Coach Scolastico – Presidente Associazione Genitori Insieme

dallo Statuto della Rete RCJ Italia

Art.8 – Comitato Scientifico (CS)

Il CS è formato da personalità del mondo scientifico, della ricerca e imprenditoriale che liberamente intendono collaborare allo sviluppo della Rete RCJ Italia. Il Dirigente capofila:

  • promuove e coordina l’attività del CS, primariamente indirizzata a tenere aggiornato il “Manifesto” della Rete RCJ Italia,
  • cura la convocazione del CS nel mese di ottobre (Meeting),
  • cura i rapporti con soggetti pubblici e privati interessati alla Robotica Educativa,
  • cura la diffusione e conoscenza dei Regolamenti internazionali di gara stilati dalla Robocup.org, da adottare dalle scuole iscritte alla manifestazione RCJ,
  • cura la documentazione e diffusione di buone pratiche di impiego della Robotica Educativa riferita alla RCJ nei processi di Riforma del sistema scolastico italian
  • promuove convegni, seminari, workshop per la diffusione dei principi ispiratori della RCJ,
  • all’interno del CS cura la costituzione delle giurie di gara,
  • nel contesto della manifestazione RCJ garantisce il rispetto del “Manifesto” e dei “Regolamenti di gara” adottati. Nei casi più gravi di violazione documentate dai Giudici o dagli Arbitri può proporre al CG di sollecitare l’adozione di sanzioni disciplinari da parte dei Dirigenti delle ISA i cui partecipanti hanno commesso i fatti in questione.