Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010
ITIS "A.ROSSI" - VICENZA

Carissimi,
desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l'occasione di vivere un'esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Se vi fa piacere, vorrei raccontarvi la nostra avventura (così la ri-racconto anche a me stessa!).

Confesso che ero molto perplessa quando mi hanno chiesto di accompagnare a Vicenza i ragazzi del progetto Robocup: ma insomma, proprio io, l'insegnante di italiano???
Uffa - mi dicevo - chissà che ci faccio per tre giorni in mezzo a quella gente lì, tra linguaggi di programmazione e pezzi meccanici!
Ma poi ho pensato alle facce dei ragazzi di fronte a un "No, non si può andare perché…" - ho pensato a tutte le volte che io mi sono sentita dire << no,non si può perché…>> ( ma tutto quel che seguiva non l'ho sentito mai, mi rimaneva solo la delusione nel cuore) - ; ho preparato il borsone e vai - mi sono ribadita - questa è la volta che ne perdi uno per strada …In effetti facevamo un po' pena un po' tenerezza con gli zainetti in spalla e il robot (Oscar = 'o scarrafone, per il suo aspetto estetico non proprio degno di Fidia…) dentro ad un beauty case…Sali sull'autobus scendi dall'autobus risali sull'autobus riscendi dall'autobus sali sul treno scendi dal treno risali sul treno riscendi dal treno …-Sì, dai, qualcuno l'ho perso - mi sono detta scendendo alla stazione di Vicenza. Invece erano tutti lì, piccoli, e il capo della banda è il più piccolo di tutti…

In effetti, quando siamo entrati alla Fiera e si sono trovati intorno quei giganti di IV e di V, i FERMINI un attimo di defaillance l'hanno avuto e il loro coach (la qui presente) ha dovuto faticare non poco a rinverdire il motto

L'importante non è vincere , ma imparare
Il motto migliore sul momento appariva piuttosto
L'importante è fuggire con stile

Ma è stato solo un attimo. Con mezzi di fortuna è iniziato l'allenamento e 'oscar-rafone è sto preparato per la gara. Io, palesemente inutile (soffrivo ai richiami dell'altoparlante che invitavano gli insegnanti ad allontanarsi dai tavoli…la mia presenza era del tutto superflua!), mi dedicavo allo striscione: Tanto per chiarire, il motto è MAXIMI MINIMIS - i più grandi con le più piccole cose - perché davvero questa scuola a questi ragazzi che si meriterebbero il massimo in tutto, dà il minimo e a volte anche meno…Tanto per chiarire, il viaggio a Vicenza se lo sono pagato, il tempo per lavorare al robot se lo sono trovato, tra una versione di latino (!!!) e un compito di matematica, e se lo sono gestito dentro un laboratorio che mi vergogno a chiamare tale…Tanto per chiarire, in una scuola dove ai professori e a tutto il personale si chiede sempre di più, dando sempre di meno.

Ma non divaghiamo!

Che il motto fosse efficace i FERMINI MINIMI SED MAXIMI l'hanno dimostrato nelle prime gare, dove abbiamo avuto un risultato insperato ... E conseguenti moti di esultanza.

Il ritmo era incalzante, ma non sono mancati i momenti piacevoli. A questo proposito, lode e merito ai genitori, agli insegnanti e a tutte le persone che hanno partecipato all'organizzazione e si sono occupati davvero di tutto, non facendoci mai sentire soli e risolvendo qualsiasi piccolo problema con cortesia e partecipazione.
Un grazie specialissimo al mio referente, il signor Silvano Laghetto: non lo sa, ma se non avessi parlato con lui il giorno prima della partenza, a Vicenza non ci sarei mai venuta…Ero così scoraggiata! Invece la sua a gentilezza e la sua sicurezza ( "abbiamo organizzato tutto" ) mi hanno convinta e …aveva ragione lui! Era tutto PERFETTO!
Conoscere persone così, che ancora credono nella scuola e nel suo valore e che impegnano se stessi senza guardare l'orologio per offrire ai ragazzi le migliori opportunità di formazione, fa venire voglia di continuare a lavorare e a sperare!

Alla fine, non siamo stati tra i premiati con la coppa, ma il nostro premio l'abbiamo abbiamo avuto lo stesso… No, non solo la medaglia che vedete nelle foto….

Il nostro premio è stata la possibilità di vivere questa esperienza e di conoscere tutti voi.

GRAZIE ITIS "A. ROSSI"
***
GRAZIE VICENZA
!!!!!!!!

SCARICA L'ORIGINALE IN PDF (5 mB)



ALL'HOME PAGE


SUPPORTO FORMATIVO:
FORUM PER DOCENTI E STUDENTI