Notti insonni a causa del russare: si può smettere e dormire meglio

Sono diverse le cause che possono provocare delle notti insonni e una di queste il russare: non tutti sanno che si può smettere di farlo.

Tra i disturbi più comuni delle persone ci sono quelli relativi al sono: al mondo ci sono tantissime persone che non riescono a dormire per diversi motivi, sia dovuti a problematiche di carattere mentale come stress e ansia, sia in alcuni casi anche a patologie più gravi che possono portare all’insonnia. In tantissimi altri casi, invece, non si riesce a dormire per colpa del russare, il proprio oppure quello del proprio partner che magari ci tiene svegli tutta la notte.

russare
Si può smettere di russare? Ci sono alcune soluzioni per farlo (RoboCupJr.it)

Secondo alcuni sondaggi che sono stati fatti pare che quasi il 50% degli uomini e circa il 47% delle donne russi di notte: si tratta dunque di un aspetto più che comune e che moltissime persone si ritrovano ad affrontare durante la notte oppure durante i pisolini pomeridiani. Sebbene russare sia qualcosa di abbastanza normale, certe volte può davvero divenire problematico sia per sé stessi che per gli altri che dormono con noi ed è dunque bene sapere che ci sono dei modi per smettere definitivamente di farlo o quantomeno ridurre la frequenza.

Russare: da cosa è causato e quali sono le soluzioni per smettere

Prima di capire come smettere di russare bisogna capire da cosa è causato questo fenomeno: in gergo il “russare” viene chiamato roncopatia ed è una sorta di disturbo della respirazione durante il sonno. È causato dal rilassamento eccessivo dei muscoli del collo che ottura parzialmente le vie respiratorie superiori e dunque l’aria non riesce a passare bene durante la respirazione, questo fa vibrare l’aria causando il tipico suono del russamento.

smettere di russare
Come smettere di russare e dormire sereni (RoboCupJr.it)

Russare nella maggior parte dei casi non è dannoso, ma può risultare pericoloso perché quando diventa eccessivo può causare apnee notturne e problemi respiratori, oltre a provocare insonnia nelle altre persone che dormono nella stessa stanza o nello stesso letto. Per questo motivo esistono alcuni rimedi e alcune terapie per cercare di smettere di russare oppure per diminuirne la frequenza e l’intensità.

Non tutti sanno che il russare dipende molto anche dallo stile di vita: correggere l’alimentazione, mangiare sano, fare attività fisica, smettere di fumare oppure non fumare prima di andare a letto, rispettare il ciclo sonno-veglia e anche perdere peso sono tutte soluzioni che fanno bene al nostro organismo e, in aggiunta, possono combattere la roncopatia. Inoltre esiste la cosiddetta terapia posizionale che consente nell’utilizzare alcuni dispositivi elettronici per dormire in una certa posizione favorendo il sonno sano.

Impostazioni privacy